“Il Coraggio delle relazioni: il senso di precarietà psichico in epoca Covid-19”.

da Vivere Osimo - quotidiano locale



Un periodo storico, quello iniziato nel 2020 e che in questo 2021, a causa della Pandemia, ha sconvolto le vite di tutti, dall’aspetto più pratico e quotidiano a quello lavorativo a quello sociale a quello economico. Poco si è riusciti a fare in tutti questi aspetti ma certamente quello meno discusso e quello psicologico, che al di là dell’età, mette in essere con il passare del tempo numerose problematiche. In quest’ottica, sul nostro territorio si svolgerà un incontro dal titolo “Il Coraggio delle relazioni: il senso di precarietà psichico in epoca Covid-19”.


L’incontro è previsto per Venerdì 5 Febbraio 2021 ore 21,00, sarà gratuito e aperto a tutta la comunità Marchigiana. La modalità sarà on line tramite la piattaforma “Google Meet” al link: https://meet.google.com/zgc-yxur-yns

Il webinar è promosso dalla dott.ssa Giulia Dionisi – psicologa- assieme al Circolo Culturale +76, con l’obiettivo di sensibilizzare e riflettere su temi psicologici e sociali attuali. Sarà moderato da Monica Bordoni, con il patrocinio dell’assemblea legislativa della Regione Marche e dell’Ordine Psicologi Marche.

I relatori che interverranno sono stati accuratamente contattati per dare il loro contributo professionale rispetto al disagio presente per via di un’epoca difficile.

Interverranno:

- il noto dott.re Antonio Zuliani Psicologo psicoterapeuta che si occupa dei comportanti e dei processi decisionali nelle situazioni di emergenza di crisi. Direttore di "PdE - rivista di psicologia applicata all'emergenza, alla sicurezza e all'ambiente", ha pubblicato numerosi articoli scientifici e volumi in materia. Ha ricoperto per molti anni l’incarico di referente Nazionale per la Croce Rossa Italiana parte psicologica.


- Comandante dott.re Luca Natalucci in servizio presso il Comune di Arcevia dal 2013, con una parentesi presso l’Unità Operativa Speciale di Ravenna nella sezione antiabusivismo, ha sempre dato prova di grande professionalità, rispetto istituzionale e senso dello Stato.


- la dott.ssa Katia Marilungo, in veste istituzionale, Presidente dell’Ordine Psicologi Marche. È Psicologa-Psicoterapeuta con un lungo percorso professionale alle spalle. Dal 2010 ad oggi è responsabile di vari progetti, tra cui "Lo psicologo in farmacia".


- la dott.ssa Annarita Durantini, dirigente scolastica dell’istituto Galileo Galilei di Ancona, liceo scientifico. Anche lei con un lungo percorso professionale alle spalle, ora dedita ai ragazzi e all’organizzazione dell’istituto.


La Dott.ssa Dionisi, tra le ideatrici di questo progetto annuncia come l’idea nasca da un’esigenza che è stata colta sul territorio, e nel merito ci spiega che: “Il desiderio di affrontare questi temi a livello regionale parte dalla volontà di fermarsi a pensare e prendere un momento dedicato alla riflessione sull’impatto che il Covid-19 ha avuto- ed ha- verso gli aspetti psicologici della comunità e dell’individuo. Fondamentale per entrare nell’ottica di questo momento di difficoltà che stiamo attraverso, ci dichiara: “è proprio dal termine relazione in riferimento a persone e gruppi inteso come rapporto, legame, socialità. Il Covid-19 ha intaccato -portando e togliendo- molti aspetti delle nostre vite. Oltre alle terribili criticità legate alla malattia fisica, di notevole importanza sono i risvolti che ha portato sul piano psicologico.”


Un senso di precarietà quindi che se trascurato creerà notevoli difficoltà?


“Il senso di precarietà è aumentato e la psiche ne consegue un aumento della fragilità, intesa come scarsa motivazione, difficoltà di poter pensare e progettare un presente e un futuro (pensiamo ai ragazzi), un aumento dei sentimenti legati alla solitudine (per tutti e in particolare per gli anziani) e delle ripercussioni in termini di sintomi ansiosi e depressivi. Il virus ha stravolto la quotidianità, le consuetudini e i modi di stare insieme. Ed ecco che qui entra in gioco la relazione ed il coraggio. Un titolo quello di questo webinar, anche un po’ provocatorio. Il cosiddetto “distanziamento sociale” ha creato ancora più paura dell’altro in quanto possibile pericolo. Sarebbe stato forse- più opportuno utilizzare “distanziamento fisico”, come molti dei miei colleghi suggeriscono da tempo. Le parole sono importanti.


Le parole sono importanti ed in quest’ottica, per meglio comprendere, le chiediamo, come mai la scelta di intitolare questo webinar: “Il Coraggio delle relazioni: il senso di precarietà psichico in epoca Covid-19”.?


“E’ il coraggio di poter tollerare, di aver paura per poi avere di nuovo

il coraggio di ritrovare quelle relazioni forti, importanti, essenziali se pur spaventano e se pur con nuove modalità adattive. Mi è venuto in mente come libera associazione la favola di “Amore e Psiche” mentre pensavo a questo webinar: i due che ritornano in relazione nonostante le difficoltà e possono riscoprirsi grazie alla curiosità ed il legame; nonostante la paura e l’incertezza che li aveva pervasi.” afferma la dott.ssa Dionisi.



12 visualizzazioni0 commenti