Il Setting 

dal libro "I confini nei contesti relazionali. Dalla fusionalità alla temporalità."

a cura di Serena Rossi e Roberto Travaglini 

Franco Angeli Editore

di Graziamaria De Rugeriis

"[...] Ci si trova nella situazione definita principalmente dal luogo e dal tempo dell'incontro. Il termine in inglese "setting" definisce il contesto in cui avviene un evento organizzato come un incontro fra due persone ed è interesse di tutta la psicologia, in particolare quella dinamica. [...] L'ambiente fisico, le regole organizzative e gli accordi iniziali costituiscono la cornice materiale all'interno della quale ha luogo la relazione clinica. [...] Il processo si snoda lungo il progetto di ricostruire i significati essenziali della propria vita. 

[...] Stare nel setting significa illudersi. E' lo spazio metaforico, che rappresenta la dimensione interiore, in cui tutti gli oggetti si trovano in una relazione dinamica fra loro. [...] L'esperienza passa attraverso l'intensificarsi dell'intimità e crea le condizioni per un dialogo profondo e autentico; è un processo delicato in cui si accompagna l'altro verso il ritrovare se stesso. 

[...] La relazione terapeutica è paragonabile ad un contenitore; così da poter tollerare l'intollerabile."

lettino.jpg

Il lettino psicoanalitico di Freud

Freud Museum di Londra